Contenuti extra

Home 9 Archivio della categoria 'Contenuti extra'

La buona fede nell’interpretazione del contratto

Secondo il principio di buona fede contrattuale, qualora il contratto abbia ad oggetto un’area edificabile, si presume che la stessa venga trasferita con la disponibilità dell’intera cubatura...

L’interpretazione del contratto

Il principio "in claris non fit interpretatio" rende superfluo qualsiasi approfondimento interpretativo del testo contrattuale quando la comune intenzione dei contraenti sia chiara: tale principio,...

La mancanza di convivenza

La mancanza di convivenza

Tra le condizioni per il sorgere del diritto al mantenimento in favore del coniuge cui non sia addebitabile la separazione, l'art. 156 c.c. non pone l'instaurazione di un'effettiva convivenza fra i...

Violazione del consenso informato: conseguenze

La violazione, da parte del medico, del dovere di informare il paziente, può causare due diversi tipi di danni: un danno alla salute, sussistente quando sia ragionevole ritenere che il paziente, su...

La riconciliazione

Non è sufficiente, per provare la riconciliazione tra coniugi separati, considerati gli effetti da essa derivanti, che i medesimi abbiano ripristinato la convivenza a scopo sperimentale e...

Modifica dell’assegno di divorzio

Modifica dell’assegno di divorzio

In tema di revisione dell'assegno divorzile, ai sensi della L. n. 898 del 1970, art. 9, il mutamento sopravvenuto delle condizioni patrimoniali delle parti attiene agli elementi di fatto e...

La presunzione ex art. 2054 c. 2 c.c.

La presunzione di eguale concorso di colpa stabilita dall'art. 2054 c.c., comma 2, ha funzione sussidiaria, operando soltanto nel caso in cui le risultanze probatorie non consentono di accertare...

La compensazione e l’apertura di credito

La compensazione e l’apertura di credito

Poiché, nel caso di apertura di credito, il diritto di cui il somministrato acquisisce la titolarità con la conclusione del contratto non può considerarsi liquido ed esigibile fino a quando...

Nullità per usura

La nullità delle clausole che prevedono un tasso d'interesse usurario è rilevabile anche di ufficio, non integrando gli estremi di un'eccezione in senso stretto, bensì una mera difesa, che può...

L’abbandono della casa coniugale

L’abbandono della casa coniugale

Il volontario abbandono della casa comune da parte di uno dei coniugi è causa di per sé sufficiente di addebito della separazione, in quanto porta all'impossibilità della convivenza, salvo che si...

L’assegno di mantenimento

La separazione personale, a differenza dello scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, presuppone la permanenza del vincolo coniugale, sicché i "redditi adeguati" cui va...

L’onere della prova ex art. 2051 c.c.

L’onere della prova ex art. 2051 c.c.

In caso di sinistro avvenuto su strada, dei danni conseguenti ad omessa o insufficiente relativa manutenzione il proprietario (art. 14 C.d.S.) o il custode (tale essendo anche il possessore, il...

L’insidia e il trabocchetto

L’insidia o trabocchetto determinante pericolo occulto non è elemento costitutivo dell’illecito aquiliano, in quanto non previsto dalla regola generale ex art. 2043 c.c. nè da quella speciale di cui...

Lo scioglimento della comunione

All’atto dello scioglimento della comunione, l’attivo ed il passivo devono essere ripartiti in parti uguali indipendentemente dalla misura della partecipazione e dall’entità degli apporti di...

Nomina giudiziale dell’amministratore

Nomina giudiziale dell’amministratore

Il decreto emesso ex art. 1129 c.c., comma 1, ha ad oggetto esclusivamente la nomina dell’amministratore da parte del tribunale, in sostituzione dell’assemblea che non vi provvede, senza che muti...

Il concetto di pari uso in materia condominiale

La nozione di pari uso della cosa comune, cui fa riferimento l’art. 1102 c.c., seppur non vada intesa nel senso di uso identico e contemporaneo (dovendo ritenersi conferita dalla legge a ciascun...

Modifiche del contratto preliminare

Per quanto concerne il preliminare di vendita immobiliare, la rinuncia delle parti di modificare (o di avvalersi di) uno egli elementi accidentali del negozio, come il termine oppure una condizione,...

Contratto di assicurazione sulla vita

Contratto di assicurazione sulla vita

La designazione generica degli "eredi" come beneficiari di un contratto di assicurazione sulla vita, in una delle forme previste dell’art. 1920 c.c., comma 2, comporta l’acquisto di un diritto...

Diritti di un condomino

Alla stregua dell'art. 63 disp. att. c.c., comma 2 (nella formulazione antecedente alla modificazione operata dalla L. 11 dicembre 2012, n. 220), chi subentra nei diritti di un condomino è...

La solidarietà passiva

La solidarietà passiva nel rapporto obbligatorio - quale, nella specie, quella prevista dall'art. 63 disp. att. c.c., comma 2 (ora, in forza della L. n. 220 del 2012, art. 63 disp. att. c.c., comma...

L’esclusione del regime di comunione legale

Al fine di escludere l’applicazione del regime della comunione legale dei beni è necessario, oltre ai requisiti indicati dell’art. 179 c.c., comma 1, lett. c); d); ed f), che l’altro coniuge...

La condotta colposa del danneggiato

La condotta del danneggiato, che entri in interazione con la cosa, si atteggia diversamente a seconda del grado di incidenza causale sull’evento dannoso, in applicazione - anche ufficiosa -...

Danno da cose in custodia

Danno da cose in custodia

In tema di responsabilità  civile per danni da cose in custodia, il criterio di imputazione della responsabilità  di cui all'art. 2051 c.c., ha carattere oggettivo, essendo sufficiente, per la sua...

Gli accordi in vista del divorzio

Gli accordi con i quali i coniugi fissano, in sede di separazione, il regime giuridico-patrimoniale in vista di un futuro ed eventuale divorzio sono invalidi per illiceità della causa, perché...

Incendio 

Incendio 

Ai fini dell'integrazione del delitto di incendio (doloso o colposo) occorre distinguere tra il concetto di "fuoco" e quello di "incendio", in quanto si ha incendio solo quando il fuoco divampi...

Responsabilità da emotrasfusioni

Responsabilità da emotrasfusioni

Nella controversia tra il paziente che assuma di avere contratto un'infezione in conseguenza d'una emotrasfusione, e la struttura sanitaria ove quest'ultima venne eseguita, non è onere del primo...

La liquidazione del danno non patrimoniale

Al fine di garantire non solo un'adeguata valutazione delle circostanze del caso concreto, ma anche l'uniformità di giudizio a fronte di casi analoghi, il danno da perdita del rapporto parentale...

IL CONTRATTO A FAVORE DI TERZO

IL CONTRATTO A FAVORE DI TERZO

La disposizione di cui all'art. 1412 c.c., comma 2, in base alla quale, con riferimento al contratto a favore del terzo, la prestazione al terzo, dopo la morte dello stipulante, deve essere eseguita...

Le attenuanti generiche

Le attenuanti generiche non possono essere intese come oggetto di benevola e discrezionale "concessione" del giudice, ma come il riconoscimento di situazioni non contemplate specificamente, non...

Il rapporto tra le truffa e l’insolvenza fraudolenta

Il rapporto tra le truffa e l’insolvenza fraudolenta

Il delitto di truffa si distingue da quello di insolvenza fraudolenta perché nella truffa la frode è attuata mediante la simulazione di circostanze e di condizioni non vere, artificiosamente create...

ONERE DELLA PROVA NELLA RESPONSABILITA’ MEDICA

ONERE DELLA PROVA NELLA RESPONSABILITA’ MEDICA

Nella controversia tra il paziente che assuma di avere contratto un’infezione in conseguenza d’una emotrasfusione, e la struttura sanitaria ove quest’ultima venne eseguita, non è onere del primo...

Responsabilità della casa farmaceutica

La casa farmaceutica che abbia promosso, mediante la fornitura di un farmaco, una sperimentazione clinica - eseguita da una struttura sanitaria a mezzo dei propri medici - può essere chiamata a...

IL CONTATTO SOCIALE IN AMBITO MEDICO

La categoria della responsabilità da "contatto sociale" in ambito di responsabilità sanitaria venne elaborata per inquadrare secondo il paradigma contrattuale la responsabilità dei medici dipendenti...

LA QUOTA DELL’ISTITUITO EX RE

LA QUOTA DELL’ISTITUITO EX RE

La quota dell'istituito ex re è determinata in base al rapporto fra le cose attribuite e il valore globale dei beni che il testatore sapeva di possedere in quel dato momento, tenuto conto anche di...

DISTINZIONE TRA EREDE E LEGATO

In tema di distinzione tra erede e legatario, ai sensi dell'art. 588 c.c., l'assegnazione di beni determinati configura una successione a titolo universale (institutio ex re certa) qualora il...

Responsabilità del notaio

Responsabilità del notaio

Il notaio è tenuto a verificare il grado di stabilità della sentenza di primo grado o, quantomeno, a dare prova dell'informativa offerta alle parti circa il significato da darsi alla assenza di una...

L’ESTENSIONE DEL DOVERE DI CONSIGLIO DEL NOTAIO

L'estensione del dovere di consiglio del notaio non vale fino al punto da ricomprendere tra gli obblighi di informativa e di consulenza, cui lo stesso è tenuto  al momento del rogito, tutti gli...

I LIMITI DEL DOVERE DI CONSIGLIO DEL NOTAIO

I LIMITI DEL DOVERE DI CONSIGLIO DEL NOTAIO

Il dovere di consiglio del notaio non può spingersi, pena la violazione del reciproco dovere della buona fede gravante sui contraenti, sino a richiedere al notaio il dovere di rappresentare agli...

IL DOVERE DI CONSIGLIO DEL NOTAIO

Il notaio è tenuto ad adempiere con la diligenza qualificata ex art. 1176 c.c., comma 2 e art. 2236 c.c.  ed è tenuto al dovere di consiglio. Tale obbligo trova  fondamento, non già nella diligenza...

Il diritto alla revisione delle tabelle millesimali

Il diritto alla revisione delle tabelle millesimali

Il diritto spettante anche al singolo condomino di chiedere la revisione delle tabelle millesimali, in base all’art. 69 disp. att. c.c. (nella formulazione, applicabile "ratione temporis", anteriore...

La consumazione del furto

La consumazione del furto

La consumazione del furto deve essere agganciata alla completa rescissione (anche se istantanea) della signoria che sul bene esercitava il detentore, mentre, di converso, se lo sviluppo dell’azione...

La proprietà dei beni condominiali

La comproprietà di una o più cose, non incluse tra quelle elencate nell’art. 1117 c.c. (quale, nella specie, un tetto avente funzione di copertura di una sola delle unità immobiliari comprese in un...

La comunione volontaria

La comunione volontaria

Può ravvisarsi una comunione volontaria immobiliare, conseguente ad un accordo delle parti, sia quando più soggetti mettono in comune immobili già di rispettiva proprietà individuale, sia, ad...

Newsletter